Allevamento lumache terreno

Allevamento di lumache: come iniziare e quanto terreno serve?

Allevare lumache è un lavoro redditizio e soddisfacente, per questo negli ultimi anni l’elicicoltura si è diffusa a macchia d’olio in molte regioni di Italia: Lazio, Sicilia, Puglia, Sardegna, ma anche Piemonte e Lombardia ed in generale in tutta Italia.

Le domande più frequenti che si pone chi si avvicina a questo mondo sono: Come iniziare ad allevare lumache e di quanto terreno avrò bisogno? In questo articolo vedremo di rispondere a tutte le domande su come funziona un allevamento di lumache.

Come fare un allevamento di lumache?

Se hai deciso di approcciarti all’elicicoltura ci sono delle fasi da seguire per avere un allevamento di successo che porti a dei guadagni.

Primo fra tutti la formazione, questo non è un lavoro in cui ti puoi improvvisare, per sapere veramente come creare un allevamento di successo affidati ad un allevatore serio, che condivida con te non solo le nozioni di base fondamentali, ma anche le sue esperienze, quando scegli il corso per allevare lumache, diffida da chi ti offre metodi semplici per velocizzare i guadagni, scegli una formazione in cui sei sicuro di essere seguito anche una volta finito il corso e acquistato i materiali, questo è un lavoro che potrà ripagarti ampiamente, ma solo se avrai posto basi solide.

Una volta formato le fasi successive da seguire sono 4, vediamole tutte:

  • Scegli la metratura di terreno da utilizzare;
  • Scegli la specie di lumaca che vuoi allevare;
  • Prepara il terreno con i recinti per le lumache;
  • Assicurati di aver completato tutti gli iter burocratici (come le richieste di permessi e autorizzazioni, l’apertura della partita IVA etc).

Quanto terreno serve per allevare lumache?

La prima domanda da porsi è di quanto terreno c’è bisogno per cominciare ad allevare le lumache? La risposta è che non c’è una metratura minima di cui hai bisogno per cominciare il tuo allevamento, così come non ce n’è una massima, puoi iniziare con un piccolo allevamento familiare di lumache con un solo recinto e poi espanderti gradualmente o optare per un allevamento più grande con più recinti.

Devi considerare che un allevamento di lumache che funzioni bene va suddiviso in recinti e che ogni recinto o box ha una sua produzione netta, va da sé quindi che i guadagni saranno proporzionali al numero di recinti che deciderai di attivare.

Secondo la nostra esperienza, la metratura ideale per un allevamento che porti a buoni risultati, è di circa 5000 metri quadrati, in questo spazio sarà possibile inserire più recinti e aumentare le possibilità di guadagno per l’allevamento di lumache.

Un’altra delle domande che ci sentiamo fare più spesso è quanto si guadagna con 1 ettaro di lumache (10.000 mq)? Anche qui la risposta non è così netta, sono tante le variabili da valutare, la qualità delle chiocciole che si allevano, i materiali utilizzati per i recinti e molto altro. Per darti una stima, possiamo considerare però che per un box di dimensioni standard potremmo avere una produzione netta di lumache di circa 230 kg a stagione.

Che terreno serve per allevare lumache?

Le chiocciole vogliono spazio ed erba fresca e sana per nutrirsi e cosa indispensabile acqua, per garantire all’impianto un’irrigazione costante.

Non esiste un terreno ideale, qualunque tipologia di terreno andrà bene per cominciare il tuo allevamento.

L’acqua a disposizione non deve essere sulfurea, l’ideale sarebbe avere a disposizione acqua sorgiva o che provenga da una rete idrica che ti garantisca almeno 1,5 l/mq al giorno.

Quali lumache scegliere per un allevamento?

Non tutte le lumache sono uguali, se hai deciso di cimentarti nell’elicicoltura dovrai individuare quale razza fa al caso tuo.

Cominciamo col dire che “lumaca” è un termine generico, quando si parla di allevamento ci si riferisce in realtà alle chiocciole (Helix), gasteropodi con il guscio ed esistono moltissime razze tra cui scegliere.

Quando si comincia ad allevare dovrai inserire delle chiocciole da riproduzione, l’Helix Aspersa Muller o Rigatella ad esempio, che devono essere selezionate e certificate, affidati ad un allevatore che possa garantirti delle chiocciole italiane e che non tratti un prodotto estero, questo ti assicurerà animali in perfetta salute, che non abbiano subito stress e che non muoiano poco dopo essere state inserite nel recinto.

Preparazione dei recinti per le chiocciole

I recinti o box per le lumache sono un fattore fondamentale per il tuo allevamento, serviranno a proteggere le lumache da fattori ambientali e da eventuali predatori, come gli uccelli.

Se volessimo indicare il perfetto “kit per l’allevamento di lumache” sarebbe composto da:

Fondamentale scegliere delle reti professionali per elicicoltura, che siano anti bava, anti fuga e anti raggi ultravioletti, non affidarti a delle reti qualunque, ricorda che custodiranno il tuo investimento, è importante affidarsi a dei professionisti per l’acquisto.

Noi crediamo moltissimo nei materiali di qualità, che garantiamo infatti 10 anni, ricorda la salute delle chiocciole dipenderà anche dal materiale che sceglierai per i tuoi box.

Per risparmiare sui costi iniziali molti scelgono di creare un unico recinto, ma bisogna tenere a mente che le lumache tendono ad accalcarsi ai lati del recinto, un unico recinto non ti permetterà di tenere sotto controllo la produzione e l’igiene, portando di conseguenza ad una mortalità più elevata.

Il nostro consiglio quindi è quello di suddividere in recinti e numerarli, esattamente come facciamo noi. Meglio cominciare con meno recinti, ma poter controllare agevolmente la tua produzione.

Scrivici

 
Scrivici  

Chiamaci

 
Chiamaci  

Whats App

 
Whats App