Allevamento Lumache

Mangime Lumache

La lumaca è un mollusco ermafrodita insufficiente il che sta a significare che possiede sia l’apparato genitale maschile e sia quello femminile ma che ha però bisogno dell’altro soggetto per accoppiarsi e per fecondarsi.

Detto ciò le chiocciole hanno un organo di riproduzione situato in prossimità del collo e per accoppiarsi, entrambi i soggetti, hanno bisogno di unirsi proprio in quel punto creando un filo spesso di colore bianco.

L’accoppiamento dura fino a 24 ore dopo di chè sono pronte per la deposizione delle uova le quali vengono accuratamente messe sotto terra. La deposizione avviene circa venti giorni dopo dall’accoppiamento per poi schiudersi dopo altri circa venti giorni.

L’allevatore se avrà avuto modo di vedere l’accoppiamento, potrà iniziare a vedere i piccolini dopo circa 40/45 giorni dall’introduzione dei riproduttori , inizialmente la maggior parte dei piccolini sarà nascosta sotto le foglie della vegetazione seminata all’interno dei recinti.

Nel momento in cui le uova saranno schiuse i piccolini inizieranno la loro vita con un grande appetito ed è questo un periodo di crescita molto importante in quanto proprio in virtù di tale spiccato appetito avranno modo di ottenere un importante primo sviluppo del loro volume, questo fenomeno è una delle principali ciclicità che prevede un impianto elicicol


Diventa un esperto di elicicoltura, rivendi lumache di terra per gastronomia, bava di lumaca per cosmetici naturali, un lavoro gratificante e remunerativo, a contatto con la natura. Guarda i nostri corsi qui.

L’alimentazione delle Lumache

Per riuscire ad ottenere il corretto sviluppo, la chiocciolina necessita della costante presenza di cibo fresco, possibilmente di stagione, da poter sgranocchiare. Anche se rigogliosa la vegetazione all’interno del recinto, l’alimentazione della piccolina deve vertere su una grande quantità di cibo apportata dall’esterno da parte dell’allevatore.

L’alimentazione integrativa deve essere bilanciata con l’apporto di vegetali freschi legati alla stagione in corso tipo lattughe, melanzane, zucchine, frutta fresca e via dicendo (è consigliata la somministrazione dei vegetali in maniera predominante ed almeno tre volte a settimana).

L’alimentazione dei nostri molluschi deve essere integrata anche con mangimi, la cui formulazione deve prevedere strettamente cereali nella giusta proporzione ovviamente unitamente anche al calcio, elemento molto importante per lo sviluppo del guscio che non trovano nella vegetazione.

Il mangime per lumache (o sfarinato che dir si voglia) non deve mancare nella dieta della chiocciola ed è consigliata la somministrazione una volta a settimana circa.

Vista l’importanza del mangime, la nostra Azienda Agricola fornirà gratuitamente la formula nelle giuste proporzioni dei cereali a tutti gli allevatori che si affideranno a noi e che decideranno di iniziare il loro allevamento con noi.

La quantità di mangime da far trovare alle lumache (lo stesso discorso vale anche per i vegetali freschi) non ha una regola ben precisa ma è compito dell’allevatore regolarsi un po’ ad occhio, per intenderci, in base alla densità di popolazione che vede all’interno del recinto.

L’allevatore sarà perfettamente in grado di valutare se la quantità di cibo introdotta nel recinto sarà stata sufficiente oppure scarsa semplicemente osservando gli eventuali avanzi o meno.

Per tutta l’alimentazione integrativa in genere, per motivi di igiene, è sempre buona norma creare all’interno del box una sorta di “aree di ristoro” ubicate solitamente a ridosso della rete in quanto l’operazione di togliere eventuale avanzi o somministrare altro cibo risulterebbe molto più semplice sempre in virtù del fatto che l’allevatore non potrà entrare all’interno del recinto per evitare di schiacciare le lumache con il suo peso.

Le chiocciole sono animaletti molto golosi e saranno sempre molto contente di trovare cibo gustoso sempre a disposizione per loro…via libera dunque a quante più coccole possibili nei loro confronti l’allevatore gli possa donare.

×